CMDBuild Newsletter n. 65

CMDBuild Newsletter n. 65

CMDBuild Newsletter n. 65
 
 

CMDBuild Newsletter n. 65

.
CMDBuild

Gennaio  2018

Sommario

Lavori in corso

Stato di avanzamento versione CMDBuild 3.0

Gestione multitenant in CMDBuild 3.0

CMDBuild sul campo: S&SHIS

Utilizzo sperimentale di CMDBuild all'ATAC

.

.

 

Lavori in corso

Dopo aver rilasciato due mesi fa la versione CMDBuild 2.5 il team di sviluppo del progetto si sta ora dedicando ad alcune attività di mantenimento sul ramo 2.x, e ovviamente alla nuova versione 3.0 in corso di lavorazione.

Per le attività 3.0 vi rimandiamo alla notizia successiva.

Per la versione 2.x stiamo lavorando ad alcune implementazioni minori che assieme ad altre migliorie da individuare confluiranno sulla versione 2.5.1.

Queste comprendono al momento:

  • controllo del testo HTML inseribile negli attributi “string” e “text” di una form, per impedire vulnerabilità di tipo XSS (Cross-Site Scripting)
  • possibilità, tramite un apposito parametro, di richiedere la crittografia con chiavi AES 128 delle password presenti nei file di configurazione dell’applicazione sul file system del server (attività commissionataci da TIM S.p.A.)
  • possibilità, tramite un apposito parametro, di specificare se impostando un filtro su una classe e modificando una scheda dati in modo che non rispetti più il filtro corrente, il sistema debba rimuovere il filtro (comportamento attuale) o mantenere il filtro nascondendo la scheda modificata (attività commissionataci da Trentino Network S.r.l.)
  • estensione della APP mobile per gestire attributi di tipo “Posizione” che leggano l’informazione della posizione corrente del device dal GPS di bordo e la registrino nel database
Non è stata al momento definita la data del rilascio 2.5.1, atteso comunque attorno a metà anno.

.

Stato di avanzamento della versione CMDBuild 3.0

Secondo la regola che ci siamo dati, in concomitanza con l’invio di questo nuovo numero della newsletter abbiamo aggiornato la demo on line della nuova versione 3.0 in corso di implementazione.

Si può accedere alla demo 3.0 tramite questo link ed autenticarsi con utente “demo” e password “demo”.

Rispetto allo stato di avanzamento di fine novembre sono presenti sulla GUI le seguenti novità:

  • possibilità di selezione del tenant
  • implementazione nelle schede dati della pagina di gestione dettagli
  • implementazione nelle schede dati della pagina di gestione relazioni

Gli sviluppi lato server hanno invece riguardato:

  • implementazione di un primo insieme di funzionalità per la gestione multitenant (vedi notizia successiva)
  • messa a disposizione dei metodi REST richiesti dalle nuove funzioni client
  • archiviazione in una nuova tabella di sistema nel database delle operazioni svolte da ciascun utente con i tempi di risposta del sistema
  • archiviazione in una nuova tabella di sistema nel database delle sessioni utente
  • archiviazione in una nuova tabella di sistema dei parametri di configurazione dell’applicazione, anziché sul file system del server

Rimaniamo in attesa dei vostri feedback sulle implementazioni realizzate fino ad ora, in questo momento sono particolarmente utili perché abbiamo il tempo necessario per lavorare alle migliorie più richieste.

Per la pubblicazione del prossimo stato di avanzamento prevediamo di estendere le funzionalità già presenti con:

  • implementazione del menu “Preferiti” e della “Cronologia di navigazione”
  • implementazione nelle schede dati della pagina di visualizzazione della storia
  • implementazione nelle schede dati della pagina di gestione allegati
  • implementazione nelle schede dati della pagina di gestione email
.

Un utilizzo sperimentale di CMDBuild all’ATAC di Roma

ATAC Roma è l’Azienda per i Trasporti Autoferrotranviari del Comune di Roma.

E’ una struttura complessa in termini numerici, sia per la flotta dei mezzi di superficie e della metropolitana, sia per le diverse tipologie di infrastrutture da gestire.

Il Responsabile dell’Area Manutenzione Infrastrutture dell’ATAC, Ing. Raffaele Santulli, ha avuto modo di conoscere il sistema CMDBuild come tool di supporto ed è rimasto colpito dalla sua flessibilità e configurabilità.

Con un gruppo di lavoro interno sono stati poi svolti dei test sugli impianti di traslazione ed è stata ora avviata una sperimentazione più estesa su tutte le infrastrutture gestite.

I risultati ottenuti sono stati presentati dall’Ing. Santulli ad un convegno di ingegneri della manutenzione tenutosi a Monaco di Baviera lo scorso 29 novembre, di cui sono disponibili le slide.


Link Utili

CMDBuild

SourceForge Project

Twitter @cmdbuild

Twitter @openmaint_org

LinkedIn Group

CMDBuild READY2USE

openMAINT

Tecnoteca


CMDBuild e openMAINT sono software opensource realizzati e mantenuti dalla società Tecnoteca, rilasciati con licenza AGPL.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gestione  multitenant in CMDBuild 3.0

In generale la funzionalità Multitenant dovrà consentire di partizionare i dati di CMDBuild in aree distinte per ogni Tenant in modo che ciascuno lavori con una istanza virtuale personalizzata.

L’implementazione scelta per CMDBuild 3.0 prevede sia la possibilità di un partizionamento completo (ad esempio aziende diverse che utilizzano una stessa istanza cloud) che partizionamenti parziali (ad esempio ogni gruppo di supporto lavora su alcuni clienti, ogni cliente lavora solo sui propri dati).

La lista dei tenant utilizzabili potrà essere definita da una classe applicativa di CMDBuild individuata a tale scopo (sedi, aziende, clienti, ecc) oppure da una funzione custom di database (implementando ad esempio il fatto che ogni tenant vede i dati di una sede ma il direttore regionale vede i dati di tutte le sedi di una regione).

Per maggiore sicurezza il controllo di accesso ai dati secondo il tenant in uso sarà basato sul meccanismo RLS (Row Level Security) nativo di PostgreSQL.

Nel normale utilizzo di CMDBuild, nel caso sia attivo il meccanismo multitenant ogni utente al login accederà con il proprio tenant se è unico, oppure ne sceglierà uno fra quelli disponibili, oppure potrà decidere di lavorare con più tenant contemporaneamente.

Sarà poi possibile modificare la scelta del tenant senza dover effettuare il logout.

Il funzionamento del sistema sarà poi tale che le schede dati con tenant valorizzato saranno visibili solamente agli utenti associati a quel tenant, le schede dati con tenant non valorizzato saranno visibili a tutti gli utenti, l’inserimento di una nuova scheda dati valorizzerà in automatico il tenant con il valore corrente per l’utente oppure chiederà di selezionarne uno in modo esplicito se l’utente avesse la possibilità di lavorare con più tenant attivi contemporaneamente.

 

CMDBuild sul campo: Shropshire & Staffordshire Health Informatics Service (S&SHIS) - UK

Il Shropshire & Staffordshire Health Informatics Service (S&SHIS), Servizio di Informatica Sanitaria di Shropshire & Staffordshire, è un'organizzazione del Servizio Sanitario inglese che fornisce infrastrutture e servizi ICT condivisi a molte organizzazioni NHS nella regione.

Una delle maggiori sfide che affronta qualsiasi organizzazione è la creazione di un sistema di reportistica efficace ed aggiornato degli asset IT.

Questo è stato il nostro approccio per la creazione di un CMDB di successo: abbiamo iniziato con quelle che chiamiamo le classi “Foundation”, le classi base con cui quasi tutte le altre classi avranno una relazione; per noi queste erano: “Location”, “Organization” e “People”.

La qualità dei dati per queste classi deve provenire da un'origine dati affidabile, attuale e sempre gestita. Questo era il sistema elettronico relativo al personale, Active Directory ed il nostro strumento interno di gestione dei servizi. L’unione di questi dati e l'importazione quotidiana nella piattaforma CMDBuild, ogni notte per garantire la presenza di dati sempre aggiornati per soddisfare le nostre esigenze di reportistica, sono state le chiavi per l'inizio della nostra implementazione.

Negli ultimi 3 anni abbiamo sviluppato la piattaforma CMDBuild con importazioni automatiche e classi gestite manualmente, supportati da processi aziendali interni.

Attualmente ci sono 140 utenti attivi, 110.000 record di persone, 280 organizzazioni, 1.300 ubicazioni e molte altre classi.

Disponiamo di importazioni automatiche per 21.000 PC e laptop, con aggiornamenti notturni che mostrano le relazioni chiave tra proprietario (classe Organizzazione), ultimo utente conosciuto (classe Persone), ultima ubicazione conosciuta (classe Ubicazione), date di scadenza della garanzia.

Abbiamo sponsorizzato il recente sviluppo sulla gestione dei documenti per includere le funzionalità di controllo delle versioni, che utilizziamo per gestire i nostri contratti, le procedure ed i documenti aziendali.

Ci sono ancora ulteriori sviluppi all'orizzonte; grazie alla flessibilità ed alle peculiarità della piattaforma CMDBuild, e all'esperienza di Tecnoteca, questo progetto continuerà a generare valore per noi e per le nostre organizzazioni partner
.

.
 
.
.

Questa newsletter è inviata, ritenendo di far cosa gradita, a chi ha contattato i gestori del progetto per richiedere informazioni e supporto.

 
.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy