CMDBuild Newsletter n. 67

CMDBuild Newsletter n. 67

CMDBuild Newsletter n. 67
 
 

CMDBuild Newsletter n. 67

.
CMDBuild

Maggio  2018

Sommario

Lavori in corso

Stato di avanzamento CMDBuild 3.0

Comportamenti personalizzati in CMDBuild 3.0

CMDBuild sul campo: OSS Laboratories (Giappone)

CMDBuild DAY 2018

.

.

 

Lavori in corso

Come annunciato nei numeri precedenti abbiamo rilasciato due settimane fa la nuova versione CMDBuild 2.5.1 (vedi notizia del rilascio con la lista delle novità).

La roadmap dei prossimi rilasci di CMDBuild procederà ora in autunno con il rilascio della versione 2.5.2, ultima della serie 2.x, che includerà:

  • la possibilità di aprire il visualizzatore IFC (modelli 3D BIM) direttamente dalla mappa territoriale
  • migliorie sulla gestione delle trasparenze nel visualizzatore IFC
  • eventuali altre implementazioni minori che dovessero essere pianificate nel frattempo
  • bug fix

Tutti i nostri sforzi sono da mesi dedicati alla progettazione e sviluppo della nuova versione 3.0, prevista per l’inizio del prossimo anno 2019.

Nella notizia successiva trovate un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori ed il link alla demo on-line aggiornata con le ultime implementazioni.

Avendo ricevuto diverse richieste in tal senso confermiamo che anche CMDBuild 3.0 disporrà del meccanismo di aggiornamento automatico dalle versioni precedenti (salvo il supporto per la vecchia versione del motore di workflow Shark 2.5, già sostituito da Shark 4.0 con la versione CMDBuild 2.0 e che non sarà più supportato).

.

Stato di avanzamento della versione CMDBuild 3.0

Negli ultimi due mesi abbiamo lavorato molto alla implementazione delle funzioni di gestione dei workflow, prima lato server e poi ad una prima parte dell’interfaccia utente.

Rispetto alla evoluzione del sistema di workflow descritta nella precedente newsletter abbiamo introdotto una importante novità, costituita dall’affiancamento a Enhydra Shark di un “motore” aggiuntivo per l’esecuzione di workflow “made in Tecnoteca” (con la possibilità di indicare per ogni processo quale motore utilizzare).

Si tratta sempre di un interprete di file “XPDL”, limitato alle funzionalità di interesse di CMDBuild, ma più agile e meglio controllabile in termini di ottimizzazioni e di prestazioni. E’ anche il primo passo verso la integrazione di motori di workflow alternativi a Shark (Activiti, Camunda, ecc).

Nella demo 3.0, appena aggiornata e accessibile a questo link (demo/demo) troverete le seguenti novità:

  • nuove migliorie grafiche e cromatiche;
  • ulteriori messe a punto nelle schede dati delle funzionalità di gestione relazioni, storia e allegati;
  • implementazione delle funzioni di base del sistema di gestione dei workflow, utilizzabile ora sia con Enhydra Shark che con il motore sviluppato internamente in Tecnoteca.

Gli sviluppi lato server hanno anche riguardato la scrittura di una prima parte dei metodi REST necessari al Modulo di Amministrazione, mancanti in CMDBuild 2.5 essendo finora il webservice REST dedicato alle sole funzioni di gestione dei dati.

Nel prossimo aggiornamento della demo (fine luglio) troverete:

  • implementazione di ulteriori funzionalità per la gestione dei workflow (fra cui alcuni widget)
  • implementazione delle prime funzionalità del Modulo di Amministrazione
Il team di sviluppo della nuova versione 3.0 sarà potenziato nelle prossime settimane con nuove risorse dedicate alla progettazione e sviluppo GIS / BIM e test automatici lato server, mentre già da tempo una persona è dedicata ai test automatici dell’interfaccia utente.
.

CMDBuild DAY 2018

Si terrà nel mese di novembre il CMDBuild Day 2018, appuntamento biennale ormai standard per gli utilizzatori di CMDBuild.

Considerata la dimensione ormai internazionale del progetto, ed essendo complesso riunire persone provenienti da aree geografiche anche molto lontane, sarà confermata la modalità di incontro in videoconferenza già sperimentata due anni fa.

Come sempre l'obiettivo principale della giornata è quello di dare la parola a chi ha già adottato CMDBuild e vuole condividere la propria esperienza con i partecipanti all'incontro.

Nel prossimo numero della newsletter comunicheremo la data precisa dell’evento e pubblicheremo un "call for papers" per raccogliere le proposte di chi desidera descrivere la propria esperienza di utilizzo dell’applicazione.

La formula sarà quella delle edizioni precedenti, salvo il fatto che essendo ormai numerose le installazioni di openMAINT ci sarà uno spazio dedicato ad alcuni casi d’uso di quella applicazione.

Sul sito del progetto CMDBuild sono disponibili le slide ed i video di tutti gli interventi tenuti nel corso delle quattro edizioni precedenti:

Per motivi di fuso orario o di disponibilità degli autori alcuni contributi potranno essere registrati.

Il CMDBuild Day 2018 si terrà in lingua inglese.

Link Utili

CMDBuild

SourceForge Project

Twitter @cmdbuild

Twitter @openmaint_org

LinkedIn Group

CMDBuild READY2USE

openMAINT

Tecnoteca


CMDBuild e openMAINT sono software opensource realizzati e mantenuti dalla società Tecnoteca, rilasciati con licenza AGPL.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Configurazione di comportamenti personalizzati in CMDBuild 3.0

Le versioni CMDBuild 2.x già consentono di utilizzare alcuni widget predefiniti, e già consentono di implementare pagine con layout personalizzato (pagine custom), utilizzando codice javascript, librerie JQuery ed i webservice REST o SOAP per interagire con le funzioni “core” del server.

CMDBuild 3.0 migliorerà queste funzionalità e le estenderà con due ulteriori meccanismi per configurare dei “menu contestuali” e per attivare dei “trigger” sulle form di gestione delle schede dati.

Le nuove pagine custom saranno configurabili in linguaggio javascipt all’interno dei meccanismi di ExtJs, anziché utilizzare l’attuale CMDBuild GUI Framework basato su JQuery, per poter riutilizzare componenti CMDBuild già disponibili ed ottenere una maggiore integrazione complessiva.

I nuovi widget saranno realizzati con gli stessi meccanismi delle pagine custom e saranno disponibili sotto forma di finestre popup durante l’editing delle form. Saranno anche predisposti degli How-To con l’obiettivo di agevolarne la realizzazione e la condivisione da parte di altri sviluppatori e contributori.

menu contestuali consentiranno l’esecuzione di comandi utili nel contesto corrente, saranno disponibili durante la visualizzazione e la navigazione fra i dati, potranno avere una propria interfaccia utente realizzata con le stesse modalità delle pagine custom e saranno implementati tramite codice javascript.

trigger consentiranno di includere in CMDBuild della logiche di business aggiuntive, saranno eseguiti al verificarsi dei diversi eventi associati alle form di gestione dati (visualizzazione, pre-caricamento, post-conferma, ecc) e saranno scritti anch’essi tramite codice javascript.

Ritorneremo su questi argomenti nei prossimi numeri della newsletter.

 

CMDBuild sul campo: OSS Laboratories (Giappone)

OSS Laboratories Inc. è una società di consulenza giapponese, specializzata nello sviluppo di infrastrutture aziendali con software Open Source; utilizza CMDBuild e collabora con Tecnoteca ormai da diversi anni e attualmente è Partner ufficiale di Tecnoteca per il mercato giapponese.

L'attività di OSS Laboratories è focalizzata principalmente su data center e “service providers” dove operano da 1.000 a oltre 100.000 server. I suoi principali punti di forza sono una profonda esperienza e conoscenza della gestione di infrastrutture su larga scala e di tecnologie all'avanguardia, SRE (System Reliability Engineering) e conoscenza e supporto ITIL.

OSS Laboratories ha sviluppato un sistema di gestione e automazione delle operazioni denominato “Open PIE” (Open Programmable Infrastructure Environment), in cui tutti i componenti comunicano tramite API, sono “loose coupling” (indipendenti e scalabili) e collegabili tra loro.

CMDBuild è il “nucleo” della soluzione, dal momento che tutti questi componenti hanno bisogno di un unico repository per i “configuration items”. CMDBuild è stato scelto come repository principale per diversi motivi ed i principali sono i seguenti: è Open Source, è multilingue, è pre-configurato con workflows, repository documentale, ecc., le sue funzioni possono essere “programmabili”.

OSS Laboratories ha implementato diversi progetti in Giappone utilizzando CMDBuild e ricevendo il supporto diretto di Tecnoteca per specifiche attività di configurazione e personalizzazione.

Solo per citare due progetti recenti, il primo ha avuto come cliente finale un importante Data Center giapponese, che fornisce hosting con circa 10.000 configuration items; l'obiettivo del progetto era quello di automatizzare la gestione dell'inventario e della gestione degli asset, e c'era anche la necessità di integrare la soluzione con un sistema di monitoraggio.

Il secondo progetto aveva come cliente finale una delle principali società giapponesi di telecomunicazioni; la necessità era quella di gestire l’infrastruttura interna per i loro servizi (circa 10.000 elementi), consolidare le frammentarie informazioni sulle loro risorse e mantenere sempre aggiornate le informazioni sullo stato delle attività, i contratti, le licenze, le attività di manutenzione necessarie, ecc.

Per entrambi questi progetti è stata scelta la soluzione CMDBuild READY2USE, poiché la versione pre-configurata di CMDBuild per la gestione della Governance IT è stata identificata come lo strumento ideale per rispondere alle esigenze dei progetti, avendo già un modello di dati con entità e correlazioni, già implementato report e dashboard, flussi di lavoro già configurati e che seguono le best practices ITIL, ed essendo allo stesso tempo in grado di fornire il massimo livello di flessibilità e configurabilità secondo le esigenze di ciascun cliente.

Satoru Funai, Representative Director.

 


.
 
.
.

Questa newsletter è gestita da Tecnoteca, maintainer ufficiale dei progetti open source CMDBuild e openMAINT. Privacy Policy.

 
.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy