CMDBuild Newsletter n. 69

CMDBuild Newsletter n. 69

CMDBuild Newsletter n. 69
 
 

CMDBuild Newsletter n. 69

.
CMDBuild

Settembre  2018

Sommario

CMDBuild DAY 2018

CMDBuild roadmap

Stato di avanzamento CMDBuild 3.0

Funzioni editing schede CMDBuild 3.0

CMDBuild sul campo: Camerfirma (Spagna)

CMDBuild sui media

.

.

CMDBuild DAY 2018

Mancano poche settimane al CMDBuild DAY che si terrà il prossimo 20 novembre 2018 in videoconferenza.

Sarà una importante occasione per scoprire tutte le funzionalità della versione 3.0 e per ascoltare assieme tante testimonianze e case history di utilizzatori del sistema.

Il programma del CMDBuild Day 2018 prevede:

  • ore 10.00: Apertura della conferenza e saluti iniziali
  • ore 10.10: La nuova versione CMDBuild 3.0: stato dell'arte e piani di sviluppo (intervento del Maintainer Tecnoteca)
  • ore 10.30: Case history presentati da alcuni importanti utilizzatori di CMDBuild e openMAINT, che risponderanno poi alle domande dei presenti
  • ore 16.00: Sessione finale di domande e risposte fra i partecipanti
  • ore 16.10: Chiusura della conferenza e saluti finali

Il programma dettagliato e completo sarà disponibile nel sito dell'evento.

L'evento si terrà in lingua inglese e potrà essere seguito direttamente online tramite browser.

La partecipazione è libera ma è richiesta la registrazione, tutti sono invitati a partecipare anche se per altri impegni non potessero seguire i lavori dell'intera giornata.

Hashtag dell'evento #cmdbuilday2018

.

CMDBuild Roadmap

A seguito di valutazioni tecniche e commerciali, diversamente da quanto annunciato in precedenza, non sarà effettuato il rilascio 2.5.2 inizialmente previsto per il mese di ottobre. La versione 2.5.1 dello scorso mese di maggio rimarrà quindi l’ultima della serie 2.x.

Non essendoci bug significativi da risolvere, abbiamo preferito rinviare le previste migliorie BIM alla versione 3.0 e dedicare tutte le risorse disponibili a quel traguardo.

Nella notizia successiva trovate descritte più in dettaglio le attività svolte negli ultimi due mesi, che potete vedere in anteprima nella demo 3.0 aggiornata, accessibile a questo link (username = demo, password = demo).

I lavori proseguono con un Team costituito ora da un team potenziato nelle diverse aree di sviluppo previste (client e server, GIS e BIM, sviluppo e test) per integrare progressivamente le funzionalità mancanti, vi terremo aggiornati nelle prossime newsletter di novembre e gennaio.

L’obiettivo rimane quello di avere la versione 3.0 disponibile per il download per l’inizio del prossimo anno.

Se non ci saranno problematiche particolarmente critiche da superare una data utile per il rilascio potrà essere quella di febbraio 2019.

.

CMDBuild sui media: recensione sulla rivista tedesca IT Administrator

Il progetto CMDBuild riceve periodicamente delle recensioni sulla stampa italiana ed estera.

Vi segnaliamo il recente articolo “Mit CMDBuild Asset- und Service-Daten im Griff” (“Tenere sotto controllo Dati di Asset e Servizi grazie a CMDBuild”) della rivista di settore tedesca “IT Administrator”, evidenziato in copertina e sviluppato poi all’interno.

Dell’articolo completo è disponibile una versione autorizzata e tradotta sul sito di CMDBuild.

La recensione descrive gli obiettivi e la filosofia del progetto, per poi analizzare nel dettaglio tutte le soluzioni tecniche disponibili (configurazioni di classi e tipologie di relazioni, motore di workflow e di reportistica basati su progetti open esterni, interfaccia CMIS con i DMS di mercato, utenti e permessi, Task Manager, supporto GIS e BIM, dashboard, storicizzazione, grafo delle relazioni, ecc), e  concludere con alcune note ulteriori.

Il progetto CMDBuild alla fine viene “promosso”: “Con CMDBuild gli sviluppatori di Tecnoteca hanno raggiunto una soluzione utile per la gestione aziendale dei dati IT. In sostanza, l'ambiente fa esattamente quello che deve fare, niente di più e niente di meno”.

Due riquadri aggiuntivi descrivono poi le soluzioni di interoperabilità di CMDBuild e la versione CMDBuild Ready2Use.

A tal proposito segnaliamo solo una piccola imprecisione: CMDBuild READY2USE è anch’esso rilasciato con licenza open source, solamente i componenti esterni costituiti dalla APP mobile, dal Portale Self Service e dai connettori con LDAP, OCS Inventory, VMware, apparati LLDP e Zabbix sono forniti con licenza commerciale.

Oltre agli aspetti più tecnici sono presenti anche considerazioni più leggere e simpatiche, ad esempio dove si dice che oltre ad essere patria della pasta e della pizza, e terra natale di Michelangelo e Leonardo da Vinci, l’Italia si fa ora finalmente conoscere anche nel settore informatico con CMDBuild.

 

Link Utili

CMDBuild

SourceForge Project

Twitter @cmdbuild

Twitter @openmaint_org

LinkedIn Group

CMDBuild READY2USE

openMAINT

Tecnoteca


CMDBuild e openMAINT sono software opensource realizzati e mantenuti dalla società Tecnoteca, rilasciati con licenza AGPL.

 

 

 

 

 

 

 

Stato di avanzamento della versione 3.0

Come di consueto, in occasione dell’invio della newsletter abbiamo pubblicato una preview pubblica aggiornata della versione 3.0 in lavorazione.

Nel Modulo di Gestione Dati abbiamo implementato i meccanismi di supporto all’editing delle schede dati con le funzionalità descritte nella notizia successiva (help, regole di validazione, modifica dinamica della visibilità di un attributo), oltre a completare alcuni comportamenti specifici dei diversi tipi di attributi.

Abbiamo poi integrato le principali funzioni GIS: visualizzazione della mappa, visualizzazione di planimetrie, pannello dati con gestione integrata di Albero di navigazione, Layer, Lista schede della classe corrente, Scheda corrente), editing sulla mappa della rappresentazione grafica della scheda corrente (punto, poligonale aperta, poligonale chiusa).

Nel Modulo di Amministrazione sono state integrate alcune funzionalità nella gestione di classi e attributi, è stata completata la gestione delle liste lookup ed è stata implementata la gestione dei menu.

Lato server sono state fatte due modifiche importanti nella struttura base di classi e processi: la gestione di tutti gli attributi di tipo ID è stata estesa utilizzando numeri di tipo BigInt anziché Integer (con tutte le ripercussioni immaginabili) e l’attributo EndDate è stato spostato dalle tabelle di storicizzazione alle tabelle base per ottenere migliori prestazioni nell’analisi di dati storicizzati. Sono stati poi implementati tutti i servizi REST di supporto per le nuove funzionalità realizzate lato client.

I lavori proseguiranno nei prossimi due mesi con report, viste, filtri e visualizzatore BIM nel Modulo di Gestione Dati, con utenti, gruppi, permessi, impostazioni GIS e BIM e configurazioni generali nel Modulo di Amministrazione, con il completamento della gestione dei permessi, la migrazione di processi aperti da Shark al nuovo motore sviluppato da Tecnoteca e nuovi metodi REST lato server

 

Funzioni avanzate per l’editing di schede dati in CMDBuild 3.0

Nella newsletter di maggio abbiamo già parlato dei menu contestuali, tramite cui eseguire comandi utili visualizzando le schede di una classe, e dei “form trigger”, tramite cui eseguire delle operazioni all’apertura di una form di gestione dati o dopo averli modificati.

Ulteriori funzionalità saranno disponibili nel Modulo di Amministrazione per agevolare poi l’editing di una scheda nel Modulo di Gestione Dati.

Per ogni attributo potrà essere definito un testo di help (formattabile in formato Markdown, lo stesso dei wiki) che sarà consultabile tramite un apposito pulsante “?” posizionato dopo la label.

Potranno essere poi definite delle regole di validazione in linguaggio javascript che consentiranno di implementare qualsiasi genere di controlli, sia sull’attributo corrente che confrontando più attributi fra di loro (range di valori, range di date, verifica che un attributo di tipo data sia maggiore di un altro precedente attributo di tipo data, ecc).

Sarà poi possibile, sempre con una espressione javascript, nascondere dinamicamente un attributo in funzione delle modalità di compilazione di un attributo precedente (ad esempio se il tipo di impiegato è “interno” rimane visibile la matricola, altrimenti viene nascosta).

Nella demo 3.0 aggiornata sono state configurati alcuni esempi delle opzioni descritte sopra nella classe "Building".

E’ infine prevista in una versione successiva alla 3.0 la possibilità di specificare delle azioni da eseguire alla conferma del valore di un attributo (utile fra l’altro per popolare in automatico un attributo successivo, ad esempio valorizzare l’importo lordo avendo inserito il netto e l’IVA).

Anche l’editing di una scheda di un processo avrà delle migliorie rispetto alla versione attuale.

La prima riga della form mostrerà con una grafica specifica gli stati possibili del processo ed evidenzierà lo stato corrente.

In ogni step del processo la seconda riga della form mostrerà la lista delle azioni ammesse in quello step (modalità di avanzamento). In funzione dell’azione scelta la form potrà poi nascondere degli attributi piuttosto che altri tramite l’opzione descritta più sopra.

 

CMDBuild sul campo: Camerfirma (Spagna)

AC Camerfirma S.A. è una società spagnola con quasi 20 anni di esperienza nella fornitura di Servizi di Certificazione. Al momento, e dopo aver superato la fase di valutazione in conformità al Regolamento eIDAS, Camerfirma è diventata un fornitore qualificato di servizi fiduciari ed è presente nelle liste dei Servizi Fiduciari Spagnoli (TSL) ed Europei (UETL), che consente di fornire servizi fiduciari qualificati che godono della presunzione legale di validità ed offrono maggiori garanzie per l'utente rispetto a servizi fiduciari non qualificati.

A maggio 2014 abbiamo iniziato a utilizzare la soluzione CMDBuild per la gestione delle risorse aziendali. Questo strumento ci ha permesso di controllare in modo semplice la situazione degli asset, lo stato e la posizione, insieme alle relazioni tra loro e alle modifiche che possono essere state apportate nel loro ciclo di vita.

Inoltre, grazie alle potenzialità di Alfresco, c’è la possibilità di allegare file ed immagini ad ogni asset, e questo è un grande vantaggio per poter avere tutta questa gestione centralizzata. Un'altra caratteristica molto utile è quella di poter generare report.

Questo strumento è ben consolidato nel nostro lavoro quotidiano, quindi in futuro continueremo a contare su di esso e a sfruttare tutte le sue potenzialità, in quanto ci sono funzionalità, come ad esempio i flussi di lavoro, che non stiamo ancora utilizzando.

>Eva Vaquero López (Dipartimento Sistemi, AC Camerfirma S.A)


.
 
.
.

Questa newsletter è gestita da Tecnoteca, maintainer ufficiale dei progetti open source CMDBuild e openMAINT.  Privacy Policy.

 
.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy