CMDBuild newsletter n.22

CMDBuild newsletter n.22

CMDBuild newsletter n.22
 
 

CMDBuild newsletter n.22

.

CMDBuild 1.3

E' ormai in fase di test la versione 1.3 di cui è previsto il rilascio nei prossimi giorni, e più precisamente il 15 dicembre (se la fase di test e debug non evidenzierà criticità particolari).

Come già anticipato nello scorso numero di questa newsletter la versione 1.3 comprende:

  • prime funzionalità per il georiferimento degli asset, sia su planimetrie locali che su mappe geografiche, con possibilità di caricamento di elementi di sfondo (vettoriali e raster) e di editing degli elementi geometrici (punti, poligonali aperte e chiuse) associabili alle schede di ciascuna classe
  • funzionalità per l'archiviazione nel sistema con meccanismi ottimizzati (senza “superclassi”, “domini” e “storicizzazione”) di flussi di dati intensivi provenienti da altri sistemi, utili ad esempio per registrare in CMDBuild consumi elettrici, notifiche di allarme sull'indisponibilità di servizi, log di accesso a server, ecc (eseguite simulazioni con decine di milioni di righe)
  • l'implementazione di un nuovo “tool” nel workflow, che consentirà di interrogare un generico webservice consentendo di fatto di eseguire dall'interno di un processo elaborazioni di un qualsiasi grado di difficoltà (già utilizzato per interagire con un workflow SAP)
  • la possibilità di utilizzo di nuovi tipi di dati, in particolare i tipi “Indirizzo IP” e “Time”
  • la possibilità di configurare per ciascuna “classe” la suddivisione in più TAB degli attributi della relativa scheda dati, ripartendoli in sottoschede omogenee e migliorandone la leggibilità
  • un esteso “refactoring” del “layer” di interfaccia lato PostgreSQL, tramite cui è stata ottenuta una significativa semplificazione dei meccanismi di trigger gestiti nel sistema

 


Lavori in corso

Rilasciata la versione 1.3, le attività di sviluppo saranno dedicate per qualche settimana a riprendere e risolvere alcune necessità di migliorie “minori” (prevalentemente relative a piccole revisioni dell'interfaccia utente) temporaneamente sospese nei mesi scorsi.

Nel frattempo si provvederà anche ad aggiornare la manualistica alla nuova versione, rilasciando presumibilmente le nuove versioni dei manuali ad inizio gennaio.

Dallo stesso mese di gennaio si procederà poi con l'implementazione di una prima estensione fra quelle presenti nella "Wish list" riportata nel precedente numero della newsletter.

L'interesse manifestato dagli utilizzatori di CMDBuild sembra convergere sulla utilità di poter definire degli "attributi" che descrivano più in dettaglio le relazioni configurate nel sistema.

A titolo di esempio questo potrà ad esempio poi consentire di specificare in modo naturale nel modello dati il numero di porta o il colore del cavo del router su cui è collegato un server, il ruolo con cui un tecnico è responsabile di un asset, la percentuale di occupazione delle risorse di un server da parte di una applicazione installata, ecc.

 


CMDBuild sul campo

E' stata recentemente avviata una nuova installazione di CMDBuild presso la società "Cedecra Informatica Bancaria" di Bologna.

L'attività viene svolta da Tecnoteca in collaborazione con Yacme Srl, partner di riferimento di Tecnoteca per le attività sul progetto CMDBuild nella Regione Emilia Romagna e referente per questa commessa.

L'istanza CMDBuild in corso di attivazione comprende un modello dati orientato a gestire gli asset IT sia come inventario degli elementi hardware e software, che come insieme di risorse dedicate alla erogazione dei servizi tecnici ai propri clienti.

Una delle principali ed innovative finalità del sistema sarà infatti quella di produrre una precisa analisi quantitativa (“accounting”) dei costi dei servizi erogati, espressa in termini di unità effettive di risorse coinvolte, a loro volta “pesate” tramite appositi valori assegnati.

Il calcolo, ottenuto seguendo automaticamente e ricorsivamente nel sistema le correlazioni fra servizi ed asset e fra asset direttamente coinvolti ed altri asset collegati a vari livelli, produrrà un report di supporto per il controllo di gestione aziendale.

 


Nuovi utilizzi per CMDBuild: opere d'arte anzichè asset IT

Pur essendo nato per essere utilizzato in ambito IT, dove vuole rappresentare il sistema gestionale unificato e di raccordo con le applicazioni settoriali esistenti, CMDBuild viene utilizzato con profitto anche in altri ambienti dove compaiano le necessità di configurare “su misura” e con sforzi contenuti il modello dati di riferimento ed alcuni workflow e report di supporto.

In particolare CMDBuild è ora in fase di attivazione come sistema informativo dedicato alla raccolta e gestione delle schede dati delle opere d'arte presenti nei Musei Civici di Udine (una decina, comprendenti le Gallerie di Arte Antica e Moderna, il Museo Archeologico, il Museo Etnografico del Friuli, ecc).

A fronte di una importante fase iniziale di definizione delle schede dati, differenziate per tipologia di opera e strutturate con espliciti riferimenti alle normative ICCD, si sta procedendo alla popolazione iniziale del sistema tramite raccolta dei numerosi file Excel disponibili e si configurerà poi un workflow di supporto alle operazioni di movimentazione delle opere (prestito, restauro, analisi di laboratorio, esposizioni interne).

L'intero sistema sarà utilizzato sia dagli operatori culturali per l'aggiornamento e consultazione delle schede e per la gestione operativa delle movimentazioni, sia in generale dagli appassionati d'arte che potranno consultare le informazioni principali tramite il sito web "Udine Cultura" e su appositi “totem” posizionati all'interno del Museo.

L'applicazione è ovviamente disponibile per essere riutilizzata allo stesso modo da altre Pubbliche Amministrazioni che volessero gestire con CMDBuild le proprie raccolte di opere d'arte.

 


Comunicazione di servizio

Come già anticipato ad alcuni Clienti, Tecnoteca si trasferirà nelle prossime settimane in una nuova sede, ubicata nello stesso Comune di Tavagnacco (UD) dove attualmente risiede.

Il trasferimento è stato reso necessario dalla crescita delle attività svolte e del personale coinvolto, per il quale risultava ormai necessario disporre di spazi maggiori e meglio attrezzati.

Ci scusiamo fin da ora se le attività di trasferimento, concomitanti con le ormai prossime festività, dovessero creare alcuni disservizi nel supporto fornito ai clienti ed alla community.

.
 
.
.

Ricevi questa newsletter in quanto iscritto alla newsletter di CMDBuild.

 
.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy