CMDBuild Newsletter n. 48

CMDBuild Newsletter n. 48

CMDBuild Newsletter n. 48
 
 

CMDBuild Newsletter n. 48

.

Marzo 2015

CMDBuild è una applicazione open source per la gestione del database della configurazione (CMDB) degli oggetti e servizi informatici in uso presso il dipartimento IT di una organizzazione e per il controllo dei relativi processi.

Il progetto è promosso dal Comune di Udine e realizzato da Tecnoteca.

Questa newsletter è inviata, ritenendo di far cosa gradita, a chi ha contattato i gestori del progetto per richiedere informazioni e supporto. Se non desiderate ricevere più la newsletter seguite le indicazioni riportate in calce per la disiscrizione.


CMDBuild ready2use

Come molti hanno già potuto sperimentare, la caratteristica principale di CMDBuild è quella di poter implementare soluzioni del tutto personalizzate, modellando liberamente il CMDB e disegnando graficamente workflow e report secondo le proprie necessità.

Non sempre però sono disponibili le risorse economiche e di tempo necessarie per realizzare una soluzione completamente su misura.

Per risolvere anche queste situazioni stiamo realizzando CMDBuild ready2use, una configurazione di CMDBuild già pronta per essere utilizzata in ambiente di produzione.

CMDBuild ready2use nasce dall'esperienza di numerosissime installazioni realizzate in ambito internazionale, segue le best practice ITIL ed include tutte le funzionalità necessarie per una organizzazione di media o grande dimensione:

  • gestione di configuration item hardware e software, di area “client” e infrastrutturale, fisici e virtuali, servizi e dipendenze, personale e uffici, fornitori, ubicazioni, ecc
  • interfaccia self-service tramite cui gli utenti possono accedere al catalogo dei servizi, segnalare guasti e avviare nuove richieste
  • workflow di Incident Management, Request FulFillment, Change Management, Asset Management
  • connettori di sincronizzazione con Active Directory (sincronizzazione dati del personale), OCS Inventory (sincronizzazione dati host fisici) e VMware VCenter (sincronizzazione dati host virtuali)

CMDBuild ready2use mantiene ovviamente la possibilità di riutilizzare i meccanismi di base di CMDBuild per personalizzare o estendere le configurazioni standard proposte.

CMDBuild ready2use sarà rilasciato all'inizio del mese di maggio, con alcune funzionalità disponibili per tutti ed altre riservate a chi sottoscriverà il servizio di manutenzione.

Maggiori informazioni sono disponibili in questa sezione del sito di CMDBuild.


Nuova versione CMDBuild 2.3.1

Sarà rilasciata nella seconda metà di aprile la nuova versione CMDBuild 2.3.1

Il rilascio includerà in particolare:

  • completa revisione del sistema di gestione delle mail, come descritto più in dettaglio nella notizia successiva
  • possibilità di disattivare un dominio definito su una superclasse, in modo selettivo su alcune delle sue sottoclassi
  • revisione tecnica del sistema di localizzazione di secondo livello (nomi delle classi, degli attributi, dei valori lookup, delle relazioni dirette ed inverse, delle voci di menu, ecc), che saranno anche disponibili nei metodi dei webservice SOAP e REST e quindi nelle interfacce esterne "mobile" e "GUI Framework"
  • modifica delle API del sistema di workflow per consentire la sospensione ed il riavvio di un processo
  • possibilità di salvataggio diretto di un report CSV sotto forma di file di testo
  • nuove API per la gestione nel workflow degli allegati presenti nel DMS (creazione, lettura, aggiornamento, cancellazione, spostamento, copia)
  • nuova versione del webservice REST con funzioni per la gestione dei report, la gestione dei widget nei processi, la gestione delle email, la localizzazione di secondo livello
  • bug fixing

Proseguono nel frattempo le attività di progettazione del nuovo "Grafo delle relazioni", che dalla versione CMDBuild 2.4 sostituirà ed estenderà quello attualmente disponibile.

Ritorneremo su questa importante implementazione nel prossimo numero della newsletter, avendo a quel punto disponibile alcune il risultato dello studio in corso di svolgimento.

Estensione del sistema di gestione delle mail

E' in corso una completa revisione del sistema di gestione delle mail, che avrà impatto non solamente nella implementazione dei workflow ma anche in altri aspetti dell'interfaccia di gestione di classi e processi.

Il nuovo sistema propone ora, come soluzione standard per l'invio di mail, l'utilizzo degli "email template" archiviati nel CMDB (introdotti nella recente versione 2.1.8), anzichè i precedenti descrittori di mail inclusi nei file XPDL dei workflow.

Le nuove funzionalità, che saranno disponibili nella prossima versione 2.1.3, comprenderanno:

  • possibilità di inviare mail, libere o da template, non solo nel corso dei workflow, ma anche da una scheda dati di una classe abilitata (fornitori, utenti, ecc)
  • attivazione di un nuovo TAB "Email", che comparirà nell'interfaccia subito prima del TAB "Allegati" e che proporrà tutte le funzioni di gestione mail già disponibili nel widget "manageEmail", più alcune altre descritte nel seguito
  • introduzione di un nuovo componente per l'accodamento delle mail in uscita, con maggiore possibilità di controllo di eventuali errori in spedizione
  • possibilità di salvataggio in specifiche cartelle delle mail inviate
  • possibilità di inviare alcune mail in modalità immediata, sia operando su una classe che su un workflow (in tal caso senza necessità di attenderne l'avanzamento allo step successivo)
  • possibilità di inviare una mail in modalità differita, specificando nel template di origine o nella mail stessa il ritardo di tempo da applicare
  • rigenerazione automatica delle mail basate su template ad ogni modifica di campi della classe / processo utilizzati come parametri nel template (modalità controllata da un nuovo parametro "Sincronizzazione automatica" incluso nei template)
  • segnalazione automatica delle mail che verrebbero spedite con dati non aggiornati, nel caso fosse disabilitato il controllo indicato al punto precedente.

openMAINT versione 1.0

Fra un mese circa (inizio maggio) sarà rilasciata anche la versione 1.0 di openMAINT.

La nuova versione, basata sull'ultimo rilascio 2.3.1 di CMDBuild, comprende l'ottimizzazione dei flussi di lavoro, bug fix e soprattutto l'integrazione del modulo mobile.

Il modulo mobile consentirà di svolgere molte delle operazioni di gestione della manutenzione direttamente "sul campo", con notevoli vantaggi in termini di efficienza.

Una soluzione di questo tipo può avere anche ulteriori vantaggi, ad esempio quello di poter inviare al server fotografie dell'asset su cui si sta operando o quello di poter leggere un codice QR e ricevere dal server la scheda completa dell'asset.

L'app sarà utilizzabile su tablet e smartphone Android e iOS e sarà utilizzabile da tutti coloro che hanno sottoscritto il servizio di manutenzione.


openMAINT webinar

Il prossimo 14 maggio si terrà un webinar internazionale durante il quale saranno presentante le principali novità della versione 1.0 di openMAINT.

Il webinar sarà una occasione per conoscere in modo diretto le nuove funzionalità rilasciate, ed in particolare l'interfaccia "mobile".

Alla conclusione della presentazione sarà possibile effettuare delle domande tramite lo strumento della chat ed avere risposta dai tecnici di Tecnoteca.

Il webinar si terrà in lingua inglese.

La partecipazione è gratuita ed è richiesta la registrazione tramite questo form.

.
 
.
.

Ricevi questo messaggio in quanto iscritto alla newsletter di CMDBuild.

 
.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy