Consiglio regionale della Toscana

Il nostro ufficio eroga servizi informatici ai circa 500 utenti del Consiglio regionale della Toscana, gestendo l’infrastruttura tecnologica ed i servizi di rete attraverso personale interno coadiuvato da servizi esterni per un totale di 5 addetti con il responsabile del settore Carlo Cammelli.

Nel 2006 abbiamo iniziato l’avvicinamento al mondo ITIL che diventa sempre di più strategico in funzione di poter mantenere qualità dei servizi con scarse risorse. Pensare ITIL non solo per l’Information Technology è stata la scommessa successiva partendo dalla necessità amministrativa di gestire il patrimonio dei beni mobili (inventario) che tradizionalmente nella PA ha assunto sempre un aspetto prevalentemente burocratico come dato statico o quasi.

Da qui a pensare l’inventario come una base utile per la formazione di un CMDB è la fatica che è tuttora in corso e in questa fatica abbiamo associato anche gli uffici tecnici che si occupano di quanto non ricade nell’IT.

L’idea di  usare CMDBuild come soluzione strumentale ci ha permesso di impostare  con minore fatica grazie al lavoro svolto inizialmente dal Comune di Udine il quadro di riferimento e le relative definizioni funzionali.

Ci sembra molto interessante la modalità con cui questo progetto Open Source supporta direttamente la parte metodologica di ITIL che ci convince molto come strumento per il miglioramento costante dei servizi e altrettanto importante la condivisione di esperienze con altri utilizzatori.

Inserito il: 01 luglio 2008

Inserito da: Carlo Cammelli

Ufficio/Ruolo: Responsabile settore tecnologie informatiche

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy