Inventory

La raccolta manuale delle variazioni intervenute nel numero e nelle caratteristiche dei beni hardware e software gestiti può introdurre problemi di ritardo o imprecisione nell'aggiornamento dei dati.

Per ridurre tale rischio CMDBuild prevede l'interfacciamento di sistemi di Automatic Inventory, proponendo in particolare la soluzione basata sul prodotto open source OCS Inventory.

L'aggiornamento automatico è in genere consigliato solo per alcuni campi informativi più utili da riportare in CMDBuild (nome host, sistema operativo, RAM, numero e dimensione dischi, dati scheda rete), mentre si consiglia di consultare direttamente in OCS Inventory i dati tecnici che non porterebbero valore aggiunto rispetto l'analisi di correlazioni e tendenze.

L'aggiornamento dei dati è gestito tramite un sistema di sincronizzazione con basi dati generiche, basato su:

  • meccanismi di tipo ETL (extract, transform, load) per il mapping e la verifica dei dati fra i due sistemi
  • un workflow configurabile di Change Management per confermare e attivare le variazioni riscontrate

Data la generalità della soluzione, lo stesso meccanismo può essere utilizzato per importare nel sistema gli allarmi rilevati sugli item da appositi sistemi di monitoraggio (server, impianti di rete, impianti di controllo ambientale quali antincendio o condizionamento) e renderli disponibili per successive analisi incrociate sui dati.

Schema sincronizzazione
Schema sincronizzazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy