Roadmap

PRIMO  SEMESTRE 2016 - Versione 2.4

La release 2.4 includerà come principale novità il completo rifacimento del Grafo delle Relazioni.

 

Nuovo Grafo delle Relazioni

La funzionalità sarà completamente riscritta con soluzioni tecniche più aggiornate e con funzionalità aggiuntive.

Dal punto di vista tecnico è allo studio la possibilità di utilizzare le stesse librerie basate su WebGL già utilizzate per il visualizzatore di modelli IFC (georiferimento 3D) integrato in CMDBuild.

Dal punto di vista funzionale sarà possibile:

  • selezionare i "domini" da visualizzare, tramite configurazione di uno o più "Alberi di navigazione" (funzionalità recentemente introdotta nel Modulo di Amministrazione)
  • eseguire filtri
  • navigare fra gli oggetti risultanti
  • esplorare cluster di elementi non visualizzabili singolarmente per la loro numerosità

E' prevista la implementazione di un ulteriore set di funzioni per evidenziare dipendenze fra elementi del grafo, finalizzate a consentire una "analisi di impatto" sui dati.

Obiettivo di questa estensione è ad esempio quello di avere un riscontro visuale del fatto che "spegnendo" un server risulteranno non attive delle applicazioni e quindi saranno irraggiungibili dei servizi per certi gruppi di utenti.

Il rifacimento del Grafo delle Relazioni sarà disponibile per tutti, le funzionalità avanzate di analisi di impatto saranno riservate a chi sottoscrive il servizio di manutenzione

 

SECONDO SEMESTRE 2016 - Versione 2.5

La release 2.5 includerà come principale novità la presenza di nuovi meccanismi per gestire in modo più completo le form di aggiornamento dei dati.

Nuovi controlli per la gestione delle form dati

In particolare è prevista la implementazione delle seguenti nuove funzionalità:

  • personalizzazioni grafiche delle form:
    • raggruppamenti di attributi
    • disposizione su più colonne
    • colori testo e sfondo
    • pattern visualizzazione dati
  • valorizzazione dinamica di attributi tramite concatenazione di altri attributi (anche di altre classi) e stringhe costanti (evitando l'attuale necessità di creare trigger nel database)
  • definizione di valori di default e validazione dei dati in fase di editing di una scheda:
    • valori di default tramite criteri costanti (data uguale alla data odierna, attributo boolean uguale true, ecc) o correlati ad altri attributi
    • validazioni tramite criteri costanti (data non inferiore a "01/01/2010, numero non superiore a 100, ecc) o correlate ad altri attributi (data fine non inferiore a data inizio, assegnatario asset non possibile per asset rottamati, ecc)
  • estensioni nell'utilizzo dei widget

 

La roadmap descritta è puramente indicativa e potrà subire variazioni anche significative in funzione delle scelte tecniche dei gestori del progetto e delle richieste dei clienti.

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy