Verticalizzazioni standard

CMDBuild READY2USE Logo

Applicazione già configurata per la gestione dell’IT Governance, ITIL compliant


openMAINT Logo

Applicazione già configurata per la gestione di proprietà immobiliari e della loro manutenzione

News

Tutte le novità sul progetto CMDBuild

La nuova versione include le seguenti novità principali:

  • possibilità di salvare e riutilizzare i filtri di ricerca
  • implementazione del nuovo sistema delle "viste" (sia basate su filtri di ricerca che su query SQL)
  • definizione di permessi di accesso ristretti sulle righe e le colonne di una classe, utili per differenziare l'accesso ai dati con criteri "multisede" o "multicliente"
  • implementazione del lock nella modifica delle schede dati
  • bug fixing

CMDBuild 2.1 include il completo rifacimento del modulo DAO (Data Access Object, l'interfaccia di gestione della persistenza dei dati).

Per la lista completa delle modifiche consultare il changelog.

Si terrà il prossimo 28 maggio a Firenze nella Sala delle Feste di Palazzo Bastogi (via Cavour 18), messa a disposizione dal Consiglio Regionale della Toscana, un incontro dal titolo "Tool open source per le organizzazioni che hanno adottato TOGAF, Archi e CMDBuild".

La partecipazione all'evento è gratuita, previa registrazione sull'apposita pagina dell'evento.

E' disponibile la newsletter di marzo 2013 con le ultime novità sul progetto CMDBuild

La nuova release comprende:

  • creazione di una nuova figura di amministratore con privilegi ridotti
  • possibilità di organizzare gli attributi in TAB anche per le schede dei processi
  • sviluppo di un nuovo widget in grado di visualizzare dati letti da webservice esterni

La versione inoltre corregge i bug rilevati. 
Per la lista completa delle modifiche consultare il changelog.

La nuova release comprende nuove funzionalità GIS che consentono di localizzare più facilmente gli oggetti di interesse sulle planimetrie degli edifici.

In particolare è ora possibile:

  • definire tramite il Modulo di Amministrazione un albero di navigazione GIS personalizzato, definendo in modo guidato una gerarchia di interesse (ad esempio Edificio / Piano / Stanza / Asset) fra le diverse tipologie di relazioni presenti nel modello dati
  • utilizzare nel Modulo di Gestione l'albero di navigazione GIS così definito, esplorando i vari livelli gerarchici, selezionando un elemento, attivandone o disattivandone la visualizzazione, consultando la sua posizione sulla mappa
  • operare in modo selettivo sui diversi piani di un edificio (cosa non possibile fino ad ora) visualizzando gli elementi contenuti in ciascuno di essi

La versione corregge poi i bug rilevati. 
Per la lista completa delle modifiche consultare il changelog.

E' disponibile la newsletter di novembre 2012 con le ultime novità sul progetto CMDBuild

La nuova versione comprende:

  • una sostanziale revisione del sistema di workflow, con upgrade a Together Workflow Server 4.4, adozione dello standard XPDL 2.0, pieno supporto in CMDBuild al parallelismo nativo nel flusso, importanti migliorie di performance
  • alcune ottimizzazioni al precedente motore basato su Together Workflow Server 2.3 e XPDL 1.0, che per un periodo di tempo limitato rimarrà utilizzabile in alternativa al nuovo
  • l'introduzione della possibilità di configurare dashboard, basate sulle corrispondenti funzionalità native di Ext JS, utili per rappresentare in modo grafico e di immediata lettura indicatori e dati statistici elaborati analizzando le informazioni presenti nel CMDB (schede dati e processi)
  • l'introduzione di nuovi parametri per la configurazione di una versione semplificata dell'interfaccia utente di CMDBuild (utilizzabile in alternativa a portlet esterne)
  • l'aggiornamento di tutti i manuali
  • la nuova traduzione del Workflow Manual in lingua inglese
  • le nuove localizzazioni in lingua tedesca, giapponese ed olandese
  • bug fixing

Per la lista completa delle modifiche consultare il changelog.

Video e slide del CMDBuid Day 2012

Nella bellissima sala messaci a disposizione si sono raccolte circa centoventi persone interessate ad ascoltare le esperienze raccontate da chi già utilizza l'applicazione.

La giornata è stata introdotta dai saluti della Regione Emilia Romagna, del Comune di Bologna e di Unindustria Bologna. Sono poi intervenuti Tecnoteca, maintainer di CMDBuild, che ha riepilogato le caratteristiche del prodotto raccontandone la sua evoluzione fino ad oggi ed anticipandone i prossimi sviluppi, il Comune di Udine che ha ricordato i motivi e le modalità con cui ha contribuito a far nascere CMDBuild, Yacme Bologna come partner locale del progetto.

L'evento è poi proseguito con la presentazione di numerosi ed interessanti case study da parte di pubbliche amministrazioni centrali e locali e di aziende private di produzione e di servizi che hanno adottato CMDBuild: Regione Emilia Romagna, Avvocatura Generale dello Stato, CSI Piemonte, Piaggio Spa, Camera dei Deputati (in videoconferenza da Roma), Consiglio Regionale della Toscana, AGSM Verona, Aeroporto di Bologna, Provincia di Bologna, Provincia di Reggio Emilia, Comune di Udine, Eurogroup Torino, Università di Bologna, Interaction Group Roma.

Si è parlato in particolare dei criteri seguiti nella modellazione del CMDB, di come sono stati analizzati e implementati nel sistema CMDBuild un gran numero di processi ITIL e non, di monitoraggio (sicuramente uno dei temi più "caldi"), di utilizzo di CMDBuild per l'automazione di ambienti diversi da quello tradizionale IT, ecc.

Nell'ultimo intervento, proposto ancora da Tecnoteca, sono stati infine descritti i criteri di qualità su cui sono basati lo sviluppo (casi di test) e le procedure di integrazione e rilascio (tool e configurazioni specifiche) adottate per la gestione tecnica del progetto, a garanzia del valore del prodotto finale.

L'incontro è proseguito fino alle 18 circa con una buona presenza di pubblico fino al termine, a testimonianza dell'interesse dei temi proposti.

L'impegno è ora quello di proseguire nello sviluppo del progetto e di incrementarne ancora la diffusione, in modo da avere disponibili contenuti altrettanto interessanti per la prossima edizione del CMDBuild Day 2014.

La versione 1.5 comprende:

  • possibilità di definire "widget" anche sulle schede base, oltre che sui workflow, tramite cui gestire alcune logiche applicative specifiche delle diverse tipologie di schede trattate
  • refactoring di alcuni dei "widget" già utilizzabili per la configurazione dei workflow e rilascio di un nuovo "widget" per la gestione del calendario
  • altre migliorie di interfaccia (fra cui la possibilità di utilizzare l'editor HTML per la compilazione di campi di tipo "text")
  • traduzione del Technical Manual in lingua inglese
  • nuove localizzazioni in lingua russa e brasiliano-portoghese
  • bug fixing

Per la lista completa delle modifiche consultare il changelog.

A due anni dal primo incontro di Udine stiamo organizzando la seconda edizione del CMDBuild Day

Sono già definitivi la data ed il luogo dell'evento, che si terrà a Bologna il prossimo 10 maggio 2012 presso la sede della Regione Emilia Romagna, Terza Torre -  Sala A.

CMDBuild Day 2012 è organizzato da Tecnoteca (maintainer del progetto), in collaborazione con la Regione Emilia Romagna, che ha adottato da tempo CMDBuild e che fornirà il supporto logistico per l'evento.

Obiettivo dell'incontro è quello di condividere le esperienze fatte finora dai diversi soggetti che hanno partecipato alla nascita ed alla successiva evoluzione del sistema CMDBuild, ormai adottato da numerose importanti organizzazioni in Italia e all'estero.

CMDBuild day 2012

Source Forge è il più noto repository di codice sorgente, essendo attivo da oltre una decina d'anni e ospitando oltre 300.000 progetti (fra quelli maturi, in sviluppo e dismessi).

Oltre ad alcune pagine descrittive dell'applicazione CMDBuild, sono pubblicati ed aggiornati con replicazione dei sorgenti in corso di lavorazione ed è possibile effettuare il download dell'ultima versione rilasciata.

La versione 1.4 comprende le seguenti nuove caratteristiche:

  • possibilità di definire e valorizzare "attributi" descrittivi delle relazioni registrate nel sistema (ad esempio per specificare nel modello dati il numero di porta o il colore del cavo del collegamento fra un router ed un server, il ruolo con cui un tecnico è responsabile di un asset, la modalità di impatto fra due applicazioni correlate, ecc)
  • refactoring delle funzioni di gestione delle relazioni con notevoli migliorie nelle performance
  • migrazione a Ext JS 4.0 (la libreria Ajax utilizzata in CMDBuild) e conseguente compatibilità con IE9 e Firefox 4
  • migrazione dell'interfaccia con Alfresco (gestione documentale) alla versione 3.4
  • migrazione dell'interfaccia con Liferay (pubblicazione portlet) alla versione 6.0
  • realizzazione di estensioni alla portlet Liferay (ulteriori modalità di autenticazione, filtri CQL, ecc)
  • risoluzione di bug
Per la lista completa delle modifiche consultare il changelog.

Obiettivo dell'incontro è fornire uno spunto di riflessione sulla gestione degli asset nel rispetto delle linee guida ITIL ((IT Infrasctructure Library),  prendendo in considerazione anche gli scenari e le implicazioni nell'applicazione dei principi dell'Open Dataall'interno di uno scenario in cui vengono applicati i principi dell'Open Data.

La scaletta della mattinata prevede i seguenti interventi:

  • Apertura dei lavori - Patrick Ohnewein (TIS - Area tecnologie digitali - Head of unit Resources & Development) e Davide Dozza (Mynt - Direttore Operativo)
  • Open Data: implicazioni e scenari nella gestione degli asset informatici e non solo - Maurizio Napolitano (Fondazione Bruno Kessler - Tecnologist)
  • CMDBuild: gestire e governare il patrimonio degli asset nel rispetto delle linee guida ITIL - Fabio Bottega (Tecnoteca - Mantainer progetto CMDBuild)
  • OCS Inventory NG: la soluzione Open Source semplice ed efficiente per le attività di inventario dei client e di distribuzione del software - Federica Cenacchi (Mynt – IT Consultant)
  • CMDBuild: demo di utilizzo - Fabio Bottega (Tecnoteca - Mantainer progetto CMDBuild)


L'incontro si svolgerà dalle ore 14 alle ore 17 c/o TIS innovation park, Via Siemens 19, a Bolzano, Sala Multifunzionale, primo piano.

L'evento è gratuito, previa registrazione al form: http://www.mynt.it/news-ed-eventi/iscrizione-evento-cmdbuild-31-maggio-2011

La versione 1.3.1 comprende le seguenti nuove caratteristiche:

  • attivazione della funzionalità SSO (single sign on) basata su CAS come server di autenticazione
  • nuovo layout grafico della pagina master-detail (TAB Dettagli delle schede dati) estesa anche con la possibilità di accesso diretto in editing alla gestione delle note e degli allegati
  • nuovo widget utilizzabile nel workflow per effettuare selezioni basate sulla visualizzazione GIS
  • estensioni nei metodi del webservice
  • estensione della modalità di autenticazione della portlet Liferay
  • estensioni nella gestione dei file di log
  • migliorie diverse dell'interfaccia utente
  • risoluzione di bug

Dalla questa versione 1.3.1 il file zip per il download del codice sorgente è scaricabile direttamente dal sito di Bitbucket, il repository pubblico che da gennaio ospita anche l'applicazione CMDBuild.

Sempre da questa versione è disponibile nel file di download un documento descrittivo delle attività svolte. Lo stesso testo è anche pubblicato su questo sito e a lui va fatto riferimento per conoscere dettagli più estesi e più precisi sulle modifiche apportate.

La nuova versione comprende le seguenti nuove caratteristiche:

  • prime funzionalità per il georiferimento degli asset, sia su planimetrie locali che su mappe geografiche, con possibilità di caricamento di elementi di sfondo (vettoriali e raster) e di editing degli elementi geometrici (punti, poligonali aperte e chiuse) associabili alle schede di ciascuna classe
  • funzionalità per l'archiviazione nel sistema con meccanismi ottimizzati (senza “superclassi”, “domini” e “storicizzazione”) di flussi di dati intensivi provenienti da altri sistemi, utili ad esempio per registrare in CMDBuild consumi elettrici, notifiche di allarme sull'indisponibilità di servizi, log di accesso a server, ecc (eseguite simulazioni con decine di milioni di righe)
  • implementazione di un nuovo “tool” nel workflow, tramite cui è possibile interrogare un generico webservice consentendo di fatto di eseguire dall'interno di un processo elaborazioni di un qualsiasi grado di difficoltà (già utilizzato per interagire con un workflow SAP)
  • possibilità di utilizzo di nuovi tipi di dati, in particolare i tipi “Indirizzo IP” e “Time”
  • possibilità di configurare per ciascuna “classe” la suddivisione in più TAB degli attributi della relativa scheda dati, ripartendoli in sottoschede omogenee e migliorandone la leggibilità
  • esteso “refactoring” del “layer” di interfaccia con PostgreSQL, tramite cui è stata ottenuta una significativa semplificazione dei meccanismi di trigger gestiti nel sistema

La pubblicazione dei manuali aggiornati alla versione 1.3 sarà effettuata nelle prossime settimane. 

La nuova versione intermedia, in attesa della prossima 1.3, comprende le seguenti novità:

  • autenticazione di accesso all'applicazione tramite interrogazione di un server LDAP (il sistema verifica sul server esterno la password digitata, rimanendo comunque in CBDBuild la definizione dei permessi sulle classi trattate nel sistema)
  • refactoring della portlet JSR168 (utilizzabile ad esempio in Liferay) con revisione grafica, integrazione della stampa report ed estensione dei controlli visuali disponibili nel workflow
  • possibilità  di configurare, nell'ambito della gestione dei permessi, quali voci del menu (lato sinistro della GUI di CMDBuild) abilitare o disabilitare per ciascun gruppo di utenti
  • semplificazione dell'interfaccia di gestione di utenti e gruppi
  • possibilità  di eseguire l'upload dello schema grafico di un workflow e di visualizzarlo poi in un apposito TAB durante l'esecuzione
  • localizzazione in lingua francese (contributo di Jean Lasson)
  • risoluzione di bug

E' la versione preparatoria alla successiva 1.3 che uscirà in autunno.

Vengono anticipate alcune attività in corso di svolgimento, fra cui

  • aggiornamento a ExtJs versione 3.2
  • possibilità di inserire nuove schede e avviare nuovi processi anche essendo posizionati sulla relativa superclasse
  • implementazione di un meccanismo di “single sign on” basato su header HTTP e basato su un proxy custom funzionante con il prodotto SUN IdM (lo stesso  meccanismo agevolerà successive estensioni per integrare altri criteri di autenticazione)
  • velocizzazione delle query di avanzamento e chiusura processi
  • risoluzione di bug

L'aggiornamento alla nuova versione è eseguibile in modo completamente automatico nell'ambito del sistema di upgrade previsto da CMDBuild.

La nuova versione permette di:

  • schedulare, con criteri anche sofisticati, dei processi tramite cui eseguire attività periodiche di analisi, notifica e gestione (ad esempio individuare un ticket aperto da troppo tempo e segnalarlo ad un responsabile)
  • gestire la visualizzazione e prosecuzione dei workflow anche posizionandosi sulla superclasse di sistema che li comprende tutti, disponendo in tal modo di una visione di insieme delle attività da svolgere
  • disporre delle localizzazione in lingua serba, sia in caratteri latini e cirillici (contributo di Miroslav Zarić)

Sono inoltre  stati risolti alcuni bug riscontrati sulla versione precedente.

L'aggiornamento alla nuova versione è eseguibile in modo completamente automatico nell'ambito del nuovo sistema di gestione delle patch recentemente attivato.

La nuova versione comprende le seguenti migliorie:

  • disponibilità  nel sistema base di alcuni report standard, fra cui la stampa della lista di schede di ogni classe, la stampa di dettaglio di una scheda, la stampa riepilogativa del modello dati
  • revisione dell'interfaccia utente relativamente alla presentazione degli attributi non modificabili
  • revisione dei criteri di gestione dei permessi con possibilità  di scelta, nel caso di appartenenza a più gruppi di utenti, fra l'accesso con un gruppo specifico oppure sommando i permessi di tutti i gruppi di appartenenza
  • possibilità, in fase di configurazione del modello dati, di definire dipendenze o filtri fra i campi "reference" presenti su una scheda, descritti tramite linguaggio CQL (CMDBuild query language)
  • possibilità  di inserire "al volo" una scheda da selezionare in un campo "reference", nel caso ci si dovesse accorgere della sua mancanza


La pubblicazione dei manuali aggiornati alla versione 1.2 sarà  effettuata nelle prossime settimane.

L'incontro si terrà a Udine giovedì 15 aprile 2010 in una sala messa a disposizione dal Comune di Udine, partner del progetto CMDBuild.
L'obiettivo è quello di creare un appuntamento periodico (annuale o biennale) in cui la community di CMDBuild possa incontrarsi, scambiarsi esperienze ed essere aggiornata sugli sviluppi del progetto.
E' stata predisposta una pagina sul sito dove sarà tenuto aggiornato il programma dell'evento e da dove chi desidera partecipare può iscriversi tramite una apposita form.
La partecipazione è gratuita, ma è importante che le iscrizioni ci pervengano già da subito per aiutarci a gestire al meglio gli aspetti logistici ed organizzativi dell'evento (verifica della capienza della sala, stipula di convenzioni con alberghi della zona, ecc).
La parte più importante della giornata sarà quella in cui verranno presentati Use Case relativi a utilizzi significativi del sistema CMDBuild e in cui gli utilizzatori del sistema potranno poi descrivere e condividere le loro esperienze. Ci farebbe piacere che le proposte di intervento fossero numerose e che ci fossero comunicate quanto prima per poterle inserirle nel programma dell'evento.

Nella giornata immediatamente precedente (14/4) saranno organizzati corsi tecnici di formazione dedicati a nuovi potenziali utilizzatori, nei quali saranno trattati i principali aspetti di gestione del sistema (modello dati, report, workflow, aspetti sistemistici).
L'attività è ancora in fase di definizione e pubblicheremo nei prossimi giorni informazioni più dettagliate.