CMDBuild newsletter n.24

CMDBuild newsletter n.24

CMDBuild newsletter n.24
 
 

CMDBuild newsletter n.24

.

Rilasciata la versione 1.3.1

E' stata rilasciata nei giorni scorsi la versione 1.3.1 di CMDBuild, con alcune migliorie funzionali e correzione di bug.

La versione 1.3.1 comprende le seguenti nuove caratteristiche:

  • attivazione della funzionalità SSO (single sign on) basata su CAS come server di autenticazione
  • nuovo layout grafico della pagina master-detail (TAB Dettagli delle schede dati) estesa anche con la possibilità di accesso diretto in editing alla gestione delle note e degli allegati
  • nuovo widget utilizzabile nel workflow per effettuare selezioni basate sulla visualizzazione GIS
  • estensioni nei metodi del webservice
  • estensione della modalità di autenticazione della portlet Liferay
  • estensioni nella gestione dei file di log
  • migliorie diverse dell'interfaccia utente
  • risoluzione di bug

Da questa versione 1.3.1 il file zip per il download del codice sorgente è scaricabile direttamente dal sito di Bitbucket, il repository pubblico che da gennaio ospita anche l'applicazione CMDBuild.

Sempre da questa versione è disponibile nel file di download un documento descrittivo delle attività svolte. Lo stesso testo è anche pubblicato sul sito del progetto (Changelog) e a lui va fatto riferimento per conoscere dettagli più estesi e più precisi sulle modifiche apportate.

 


Nuovo framework per la sincronizzazione dati

E' in avanzata fase di sviluppo la realizzazione di un nuovo framework utilizzabile per configurare operazioni di sincronizzazione periodica di dati fra CMDBuild e applicazioni o basi di dati esterne.

Sarà possibile interfacciare diverse tipologie di fonti dati, fra cui:

  • webservice esterni
  • database relazionali (Oracle, PostgreSQL, MySQL, SQLServer, Sybase)
  • file di testo (CSV)
  • repository di autenticazione LDAP

Rispetto a quello attualmente disponibile il nuovo connettore sarà utilizzabile in situazioni molto più estese, essendo a regime previste varie possibilità di configurazione basate su file di proprietà, script Groovy o customizzazione di classi Java appositamente predisposte per ospitare la logica di mapping fra fonti dati.

Il framework è già stato utilizzato in forma controllata nell'ambito di due prime commesse che richiedevano modalità di sincronizzazione dati non risolvibili tramite il connettore attuale (nel primo caso con interazione applicativa tramite webservice SOAP, nel secondo caso con sincronizzazione bidirezionale da un repository LDAP) e sarà rilasciato nei prossimi mesi.

 


CMDBuild sul campo

Fra le applicazioni di CMDBuild destinate ad ambiti non IT segnaliamo quella ormai in produzione al Comune di Tavagnacco (UD) per la gestione delle pratiche di erogazione di servizi ai cittadini da parte dell’Ufficio Servizi Sociali.

Obiettivo del Comune era quello di disporre di un supporto informatico all'adozione di procedure organizzative che garantissero sia il corretto avanzamento di tali pratiche (sistema di workflow), che la progressiva produzione ed archiviazione informatica della relativa documentazione.

Nel corso dei lavori sono stati implementati workflow per la gestione delle pratiche di attestazioni ISEE e delle domande di ammissione all'asilo nido, di contributi economici di diverse tipologie, di pasti a domicilio e di assistenza a domicilio.

Sono stati anche configurati numerosi report, sia di tipo tabulare (liste domande, liste contributi, liste scadenze, previsioni di spesa, ecc) che per la produzione automatica dei documenti previsti nella gestione delle pratiche (lettere, certificati, comunicazioni varie, indicazioni tariffarie e calcolo costi, ecc).

 


CMDBuild a "Roma città ... Open" il prossimo 8 aprile - Invito

Tutti i lettori di questa newsletter sono invitati a partecipare all'incontro "Roma città ... Open", organizzato per il prossimo 8 aprile in collaborazione fra Yacme Srl, Tecnoteca Srl e Seacom Srl con l'obiettivo di promuovere il software open source tramite la presentazione di alcuni prodotti di successo, fra cui il sistema CMDBuild.

Sede dell'evento sarà l'Hotel dei Congressi, in viale Shakespeare 29 a Roma EUR.

La scaletta della mattinata prevede i seguenti interventi:

  • L'Open Source oggi. Dalla teoria alla gestione quotidiana di strutture IT complesse - Massimo Carnevali (Responsabile Settore Tecnologie Informatiche Comune di Bologna) interviene insieme a Davide Dozza (Mantainer italiano OpenOffice.org)
  • La migrazione dell'ambiente Office ad Open Office : una realtà consolidata - Carlo Berutti (Dirigente Responsabile S.C. SIeT E.O. Ospedali Galliera di Genova) interviene insieme a Maurizio Berti (Responsabile area migrazione Open Source Yacme)
  • Gestire e governare il patrimonio degli asset IT e non solo: CMDBuild - Antonia Consiglio (Responsabile Ufficio CED Avvocatura dello Stato) interviene insieme a Fabio Bottega (Tecnoteca - Mantainer progetto CMDBuild)
  • Le nuove frontiere della collaborazione aziendale: Zimbra Collaboration Suite - Antonio Dente (O.A. & Communication Manager di Fameccanica Data SpA, JV Procter & Gamble - gruppo Angelini) interviene insieme a Stefano Pampaloni (AD Seacom)

Dal sito di CMDBuild è possibile scaricare sia il programma dell'incontro in formato PDF, che la apposita scheda di adesione.

La partecipazione all'evento è gratuita ma per motivi organizzativi si richiede una conferma della presenza, via mail o tramite la scheda sopra indicata o compilando la apposita form on line.

 


Manualistica in lingua inglese

A seguito del crescente interesse per CMDBuild da parte di enti e aziende non italiane è in corso di preparazione l'attività di traduzione della manualistica in lingua inglese, a partire probabilmente dall'Administrator Manual e dallo User Manual.

Si tratta di un progetto impegnativo, sia dal punto di vista della dimensione del lavoro (oltre 300 pagine da tradurre), sia dal punto di vista della successiva gestione degli aggiornamenti (ogni rilascio "maggiore" - 1.3, 1.4, ecc - prevede l'intero adeguamento dei manuali).

A fronte di una prima analisi di fattibilità si è ipotizzato di razionalizzare il lavoro (maggiore efficienza e migliore qualità) tramite utilizzo di uno strumento CAT (Computer Aided Translation), e data la tipologia del progetto si è ovviamente preferito ricercare un tool open source.

La soluzione risultata più matura e completa è senza dubbio costituita dal prodotto OmegaT, con caratteristiche per alcuni versi anche superiori a quelle dei corrispondenti strumenti proprietari (multipiattaforma, memorie di traduzione multiple, ecc) e utilizzato da tempo in numerosi ed importanti progetti (è ad esempio il tool di riferimento per la traduzione dei manuali di OpenOffice).

Rimane a questo punto la necessità di reperire risorse e supporto che agevolino la realizzazione del progetto, e su questo chiediamo un aiuto a tutti gli utilizzatori di CMDBuild.

.
 
.
.

Ricevi questa newsletter in quanto iscritto alla newsletter di CMDBuild.

 
.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy