Grafo delle relazioni

Grafo delle relazioni

Il Grafo delle Relazioni è uno strumento dedicato alla visualizzazione ed alla analisi delle correlazioni fra schede dati.

Il Grafo delle Relazioni si pone due obiettivi principali:

  1. studiare le correlazioni fra le schede dati, facendosi aiutare dalle funzionalità visuali messe a disposizione,
  2. rendere disponibili meccanismi evoluti per eseguire funzioni di "analisi di impatto" sui dati (obiettivo previsto per il primo semestre del prossimo anno).

Un importante elemento di innovazione a livello visivo è dato dalla decisione di lavorare in modalità 3D, disponendo in tal modo di una dimensione spaziale in più in cui operare e potendo così garantire un risultato ottimale nella visualizzazione di grafi contenenti anche migliaia di nodi e di relazioni.

Il Grafo delle Relazioni consente di:

  • agire sull'area occupata dal grafo: pan, zoom, rotazione, rigenerazione del grafo
  • selezionare una scheda e navigare in modalità 3D seguendo le sue relazioni (tutte o filtrate manualmente su alcuni domini o filtrate automaticamente applicando un template predefinito)
  • selezionare un sottoinsieme di schede di una classe e operare sulla restrizione del grafo
  • esplorare eventuali cluster di oggetti presentati come elemento unico se troppo numerosi
  • applicare algoritmi (calcolo di distanze, percorsi minimi, ecc)
  • avere sempre disponibili i dati completi delle schede dati e delle relazioni analizzate

Prossimamente lo strumento consentirà anche di applicare funzionalità semantiche alle entità visualizzate ed eseguire analisi di tipo "what if" (analisi di impatto sui dati), utili per pianificare operazioni complesse e di elevato impatto sugli utenti (questa funzionalità sarà riservata a chi ha sottoscritto il servizio di manutenzione).

L'interfaccia utente del Grafo delle relazioni è costituita da una pagina "custom" interna a CMDBuild, basata sul GUI Framework.

Dal punto di vista tecnico la scelta 3D, e la conseguente necessità di fare attenzione agli aspetti prestazionali, ha portato alla scelta di Three.js, libreria standard molto utilizzata che sfrutta la potenza di OpenGL. E' stato poi deciso di integrare in un unico ambiente anche la libreria Cytoscape.js, ricca di algoritmi di analisi di grafi ed utilizzata da anni soprattutto nell'ambito degli studi sulle molecole.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego. Cookie Policy